-Giovedì 5. Entra l’ aria fredda, spinta fin qua da forti venti da nordest. Possibili deboli nevicate in serata tra Valdichiana, Valdorcia e Amiata –

Buonasera a tutte le nostre appassionatissime lettrici e a tutti i nostri carissimi lettori,

Proponiamo per questi giorni uno speciale sull’ ondata di aria fredda in arrivo per l’ Epifania. Freddo vero quello previsto nei prossimi giorni, almeno fino ad inizio settimana prossima, per una Epifania, che potrebbe essere la più fredda dal 1985(e mi raccomando leggete bene, non è un confronto con quell’ ondata di aria fredda epocale) e che seguiremo passo passo presentandovi ogni giorno le previsioni per il dì successivo.

Partiamo quindi dalla previsione per domani, giovedì 5 gennaio 2017. Le tre mappe sotto postate ci vengono in aiuto. La prima mostra la situazione alle ore 12 di oggi con una saccatura che richiama aria artica-marittima dalla Scandinavia. Aria fredda, ma non gelida, umida e instabile. Nella seconda immagine troviamo le temperature registrate al suolo alle ore 12. Fresco sull’ Europa Centrale dove sta nevicando fino a bassa quota mentre in pianura cade neve bagnata o pioggia mista a neve con temperature di poco superiori allo zero. Nevicate intense sull arco alpino settentrionale.
Il gelo più intenso è per il momento in Russia, in Finlandia, e nella Lapponia norvegese dove nel bel mezzo del giorno si va dai -15°/-20° dell’ interno della Scandinavia ai -30/-40° nell’ area continentale della Russia europea delle latitudini artiche.

Pressione atmosferica e geopotenziali nella giornata di oggi, mercoledì 4 gennaio 2017. Una saccatura sull' Europa orientale veicola masse d'aria fredda di estrazione artica-marittima(in azzurro) dalla Scandinavia verso l' Europa centrale. Fonte wetterzentrale.de
Pressione atmosferica e geopotenziali nella giornata di oggi, mercoledì 4 gennaio 2017.
Una saccatura sull’ Europa orientale veicola masse d’aria fredda di estrazione artica-marittima(in azzurro) dalla Scandinavia verso l’ Europa centrale. Fonte wetterzentrale.de
Temperature registrate al suolo alle ore 12 di oggi, mercoledì 4 gennaio 2017. Riconoscibili le due masse d'aria di estrazione diversa(artica-marittima in arrivo stanotte e artica-continentale in arrivo domani pomeriggio). Fonte wetterzentrale.de
Temperature registrate al suolo alle ore 12 di oggi, mercoledì 4 gennaio 2017. Riconoscibili le due masse d’aria di estrazione diversa(artica-marittima in arrivo stanotte e artica-continentale in arrivo domani pomeriggio). Fonte wetterzentrale.de

Cosa succederà nelle prossime 24-36 ore?

Nella serata di mercoledì le propaggini più avanzate dell’ aria artica-marittima avranno sopravanzato l’ arco alpino, in parte sfondando attraverso le sue vallate, sottoforma di venti di tramontana che si sostituiranno al Foehn, in parte aggirandolo da ovest ma soprattutto da est. La pressione calerà sul medio-alto Tirreno favorendo dapprima l’ aumento delle nubi che osserviamo in queste ore e poi il richiamo dell’ aria più fredda anche sull’ Italia centrale e sulla Toscana, più intenso in quota. L’ ingresso dell’ aria fredda sarà annunciato dall’ attivazione del Grecale che tenderà ad intensificarsi nelle prime ore di domani, giovedì 5. In nottata questa aria fredda potrà favorire una modesta instabilità locale sulla Toscana centrale che potrebbe dar luogo a qualche improvviso rovescio di pioggia e forse neve tonda(o graupel) in collina. Forte calo delle temperature in montagna(ce ne accorgeremo dal termometro posizionato in vetta all’ Amiata).

 

Giovedì mattina la tramontana tenderà ad intensificare ulteriormente nel corso delle ore. Saremo nel pieno dell’ irruzione di aria artica-marittima. L’ aria tenderà a seccare in maniera notevole anche nei bassi strati atmosferici. In montagna il termometro continuerà a perdere gradi mentre in collina e in pianura il freddo entrerà molto più gradualmente. Tutto normale quindi se nel corso della mattinata di domani si registreranno 6/7° intorno alle ore 12. Il freddo vero entrerà dal pomeriggio. L’ aria gelida, quella artica-continentale, più pesante, che parte laddove al momento si registrano i -20, i -30° al suolo(vedi figura 2) si farà sentire in maniera sensibile in serata quando anche su Siena la colonnina di mercurio avrà già raggiunto gli 0° e in alta collina registreremo valori abbondantemente al di sotto dello zero.

Situazione prevista per le ore 12 di domani, giovedì 5 gennaio 2017. Si avvicina l' aria gelida dalla Russia
Situazione prevista per le ore 12 di domani, giovedì 5 gennaio 2017. Si avvicina l’ aria gelida dalla Russia

L’ ingresso dell’ aria gelida nei bassi strati, scorrendo sulle relativamente miti acque dell’ Adriatico darà vita a nuclei nuvolosi carichi di neve che verrà scaricata principalmente sulle regioni centrali affacciate ad est. In serata qualche nucleo più consistente dovrebbe sfondare anche in Toscana, specialmente tra Aretino, Valdichiana, Valdorcia e Monte Amiata. Deboli nevicate saranno possibili su queste zone, accompagnate da venti da nordest. Qualche fiocco potrà fare la sua comparsa anche altrove e anche su Siena. Fiocchi perlopiù portati dal vento, da diverse decine di km di distanza o forse causati da un nucleo nuvoloso un po’ più intenso.

 

previ per domani

 

 

Di seguito una carrellata delle temperature minime e massime previste domani sulla Toscana centro-meridionale.

Siena: T min: -1°(in serata) T max: +6°
Grosseto: T min: -1°(in serata) T max: +8°
Poggibonsi: T min: -1°(in serata) T max: +7°
Colle Val d’ Elsa: T min: -1°(in serata) T max: +7°
Montepulciano: T min: -3°(in serata) T max: +4°
Vetta Amiata: T min: -11°(in serata) T max: -7°
Follonica: T min +0°(in serata) T max: +8°
Orbetello: T min +0°(in serata) T max: +9°

Sarà una nottata rigida quella che precede l’ Epifania ma l’ ondata di aria fredda proseguirà anche nei giorni successivi. Ne parleremo nuovamente domani.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here