Un cambiamento del tempo è in corso sulla Toscana centro-meridionale. Proprio mentre stiamo scrivendo, gli ultimi banchi di foschia e nebbia si stanno diradando anche dalle vallate più chiuse del nostro territorio.
Il movimento delle foglie che osserviamo adesso che ai più sfuggirà, suggerisce in realtà l’ avvio di una netta modifica alla circolazione atmosferica. I primi soffi del Grecale, che nel corso delle prossime ore si rinforzerà facendosi via via più intenso, annunciano infatti l’ arrivo di aria fredda dai Balcani.

Anomalie di alta pressione centrate su Gran Bretagna e scorrimento di aria fredda dall' Artico fino all' Europa centro-orientale. Risentiremo a breve di questa circolazione di aria fredda. Fonte ClimateReanalyzer
Anomalie di alta pressione centrate su Gran Bretagna e scorrimento di aria fredda dall’ Artico fino all’ Europa centro-orientale. Risentiremo a breve di questa circolazione di aria fredda. Fonte ClimateReanalyzer

 

La giornata di oggi, lunedì 28 novembre 2016, farà registrare temperature massime più miti in bassa collina e a valle, rispetto a quella di domenica, per il semplice fatto che manca la fitta nebbia a fare da schermo ai raggi solari. Ne verrà fuori una giornata quindi decisamente più gradevole con tassi di umidità in graduale ma deciso abbassamento. In questo momento la centralina di Siena Vico Alto osserva un crollo dell’ umidità relativa scendendo dal 98% di 2 ore fa all’ attuale 80%.

Quando arriva l’ aria fredda?
Il lungo viaggio che la massa d’aria fredda di origine artica deve fare per raggiungere la Toscana non è ancora giunto al termine. Dall’ artico russo e dalla Scandinavia il respiro freddo ha attraversato i Paesi Baltici e l’ Europa nordorientale, mentre adesso avvolge Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e l’ Austria centro-orientale. Nelle prossime ore raggiungerà i Balcani e irromperà sull’ Adriatico sotto forma di venti di Bora, nel frattempo il calo di pressione in atto sul Mediterraneo avrà già attivato una circolazione nordorientale sul senese, ancora relativamente mite ma via via più fredda, specie dalla sera(come è possibile osservare dal grafico posto sotto, in quota l’ aria fredda sta già facendo sentire i suoi primi effetti) Nella notte l’ aria fredda spinta dal Grecale tracimerà su tutta l’ Italia centro-settentrionale dalla Pianura Padana all’ Appennino, attraversando i suoi crinali e le sue valli.

Andamento di temperature registrato sul Monte Amiata, in vetta. Fonte lineameteo.it
Andamento di temperature registrato sul Monte Amiata, in vetta. Fonte lineameteo.it

Per le prime ore di domani mattina ci attendiamo temperature prossime allo zero su Siena città e su gran parte del nostro territorio. Solo sui settori costieri avremo ancora temperature prossime ai 5/6°C. L’ escursione termica sarà ridotta al minimo e quando da metà mattinata i venti torneranno a intensificarsi la sensazione di freddo aumenterà. Il sole difficilmente riuscirà a scaldare più di tanto. Intorno alle ore 13, quando su Siena città si dovrebbe registrate la temperatura massima giornaliera non si dovrebbero superare i 5°C e nel corso del pomeriggio la temperatura andrà ulteriormente a scendere portandosi su valori prossimi allo zero già prima della sera.

Temperature alla quota di 750m slm previste in libera atmosfera per martedì 28 novembre, al mattino. Valori inferiori allo zero su tutta la Toscana. Fonte Windyty.com
Temperature alla quota di 750m slm previste in libera atmosfera per martedì 28 novembre, al mattino. Valori inferiori allo zero(colore BLU) su tutta la Toscana.
Fonte Windyty.com

Quanto durerà questa irruzione di aria fredda?
Molto poco. Di fatto l’ alimentazione di aria fredda terminerà già nella notte tra martedì e mercoledì, quando tuttavia nei bassi strati si registreranno temperature piuttosto rigide. Dopo una mattinata di mercoledì caratterizzata da brinate diffuse, già durante il giorno apprezzeremo un clima più gradevole con le temperature massime che si riporteranno su valori prossimi ai 9/10°C non molto distanti dalle medie del periodo.

Giovedì mattina il ritorno di nubi medio-basse sulla Toscana a causa di una blanda circolazione umida dal Tirreno, porrà definitivamente fine a questa fugace ma intensa fase fredda secca. Rimarrà freddo nei bassi strati per tutta la giornata di giovedì, con tassi di umidità nuovamente elevati e possibilità di pioviggini ma in quota il rialzo termico sarà inesorabile con temperature superiori allo zero a 1500 metri sul livello del mare

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here