Masse d’aria fresca dal Nord Atlantico sono pronte a tracimare verso il mediterraneo centro-occidentale. Questione di ore e porranno la parola fine ad una lunga fase meteorologica caratterizzata da stabilità e temperature decisamente miti, a tratti pre-estive. L’ espansione dell’ onda anticiclonica atlantica verso la Groenlandia favorirà la discesa di correnti fredde sul suo bordo orientale fin verso le nostre latitudini. Quali saranno le conseguenze?
L’ impatto dell’ aria fredda col Mar Mediterraneo darà luogo come di consueto ad una circolazione depressionaria proprio ad ovest della nostra Penisola. Questa bassa pressione verrà costantemente alimentata da ulteriori impulsi di aria fresca e instabile da nord nel corso dei prossimi giorni, portando una serie di perturbazioni che colpiranno anche la Toscana in concomitanza col ponte del 25 aprile 2016.

Aria fredda e tempo instabile per il Ponte del 25 aprile
Aria fredda e tempo instabile per il Ponte del 25 aprile

Entrano nel dettaglio, partiamo col dire che non è mai facile elaborare una previsione dettagliata andando a capire dove una fase di maltempo colpirà con maggiore intensità, sopratutto diventa complicato azzardare l’ esatta localizzazione o l’ orario in cui inizia o smette di piovere. Sappiamo bene che per il ponte del 25 aprile gran parte degli italiani, sono già proiettati verso le prime uscite al mare o a qualche scampagnata. Di certo queste previsioni non incoraggeranno molto in tal senso.
Basta, tuttavia, dare un’ occhiata ai Lam ( modelli ad alta risoluzione e a scala locale ) per rendersi conto che andremo verso un fine settimana caratterizzato da tempo instabile o perturbato anche se tra un modello e l’ altro cambiano diverse cose. Proviamo quindi a dare uno sguardo a quante più “emissioni” abbiamo a disposizione per fare poi una sorta di ” media ” e tracciare una previsione il più possibile attendibile.

 

VENERDI 22 APRILE

 

VENERDI 22 LAM3KM

Iniziamo con la giornata di domani con il modello ad alta risoluzione del Lamma inizializzato su dati ECMWF. Possiamo vedere come gran parte della Toscana occidentale e delle zone interne centro-settentrionali sarebbero saltate dalle precipitazioni, mentre più colpite le zone meridionali del senese e quelle orientali.

Visione diversa invece quella del modello di MeteoCenter, dove le precipitazioni risultano più estese sul territorio regionale e con le piogge più intense previste addirittura lungo la fascia costiera e nell’ immediato entroterra grossetano. Notevoli differenze quindi rispetto alla visione precedente che vedeva queste zone all’asciutto.

wrf venerdi 22

 

SABATO 23 APRILE

 

La giornata di sabato, per quanto i modelli mostrino ancora notevoli differenze, dovrebbe risultare quella maggiormente perturbata delle quattro in esame, con piogge diffuse generalmente di moderata intensità, occasionalmente a carattere temporalesco. Lo possiamo vedere per esempio nel lam di Youmeteo dove le precipitazioni sono distribuite molto uniformemente sul territorio regionale, dalle coste all’ appennino.

youmeteo sabato 23

 

DOMENICA 24 APRILE

 

La giornata di domenica mostrerà invece delle caratteristiche di estrema variabilità, con piogge sparse alternate a fasi più asciutte con aree del territorio che vedranno quantitativi di pioggia anche importanti con rischio di rovesci temporaleschi a causa di una circolazione più fresca in quota. Mostriamo a titolo di esempio nuovamente il modello di MeteoCenter che risulta quello maggiormente perturbato. wrf domenica prime 6ore

Come potete vedere questo modello mostra le precipitazioni nelle prime 6 ore della giornata di domenica con forti precipitazioni nelle zone interne del senese e del grossetano. Nel dettaglio è visto svilupparsi una linea di forti piogge ( a carattere temporalesco molto probabilmente ) che dall’interno pisano; al di sopra del limite delle Metallifere; muove verso est andando a colpire la zona di Siena e le zone limitrofe con i massimi precipitativi. Una seconda linea di precipitazioni più intense la troviamo più a sud immediatamente al di sotto delle prime pendici delle Metallifere grossetane e anch’essa scorrere verso est in direzione della Val d’Orcia e Amiata.

Non abbiamo la presunzione di dire che andrà necessariamente così, ma Nelle prossime ore, man mano che ci avviciniamo al weekend arriveranno nuovi aggiornamenti e anche i modelli tenderanno ad inquadrare meglio le precipitazioni. Rimane da rispondere al quesito forse più importante. Qual’ è il tempo previsto per la giornata di Lunedi 25 Aprile?

Sarà ancora una giornata fortemente variabile con scrosci di pioggia alternate a pause più asciutte, la distanza temporale aumenta e di conseguenza cala l’ attendibilità previsionale. Al momento, tuttavia, potrebbe risultare la giornata meno piovosa dell’ intero ponte con fasi asciutte più lunghe. Allo stesso tempo sarà anche la giornata in cui l’ aria fredda entrerà con maggior decisione a tutte le quote atmosferiche. Ciò potrebbe andare ad alimentare ulteriori contrasti e dar vita a fenomeni a macchia di leopardo ma localmente abbastanza intensi con rischio di neve sull’ Amiata e graupel(neve tonda) fino a quote alto collinari.

 

Continuate a seguire i nostri aggiornamenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here